Blog   ·  

Glossario per esprimere valutazioni improntate all’integrità accademica

Christine Lee
Christine Lee
Content Manager

Subscribe

 

 

 

 

By completing this form, you agree to Turnitin's Privacy Policy. Turnitin uses the information you provide to contact you with relevant information. You may unsubscribe from these communications at any time.

 

Ciascuno dei nostri lettori e clienti ha intrapreso un percorso di apprendimento diverso. Con l'obiettivo di valorizzare l’ integrità accademica in ogni contesto valutativo, Turnitin vuole fornire un glossario utile per la formulazione di valutazioni che tengano conto di questa integrità.

Valutazione formativa

La valutazione formativa consiste in uno scambio di comunicazioni mirato a fornire feedback agli studenti e dati agli educatori, al fine di aiutare gli studenti a migliorare il loro apprendimento e la comprensione dei concetti. Questo tipo di valutazione è spesso visto come una parte fondamentale del processo di insegnamento e apprendimento. Tra gli esempi di test finalizzati ad esprimere una valutazione formativa troviamo i quiz, le prime bozze di temi o elaborati, e i compiti a casa. In realtà, pressoché qualsiasi strumento di apprendimento può essere inserito in un ciclo di valutazione formativa in grado di guidare i passi successivi dello studente e aiutare il docente a individuare gli aspetti da rivedere ulteriormente.

Valutazione sommativa

La valutazione sommativa è un processo valutativo finalizzato a misurare i progressi e l’apprendimento dello studente, spesso alla fine di un modulo o di un trimestre. Esempi di test finalizzati ad esprimere una valutazione sommativa sono gli esami finali, gli esami di certificazione o gli esami intermedi senza feedback.

Valutazioni di tipo high-stake

Questa tipologia di valutazione – a cui è collegato un “alto livello di posta in gioco” (high stake) – indicano qualora uno studente sia sufficientemente qualificato per accedere al livello successivo, completare un programma o ricevere una certificazione. In alcuni casi, la valutazione è basata su criteri o esiti prestabiliti, definiti da una terza parte ed elaborati in situazioni controllate. Alcuni esempi di test finalizzati a valutazioni high-stake includono l’esame finale di un corso, i test standardizzati nell’istruzione secondaria e gli esami volti al rilascio di una certificazione.

Valutazioni di tipo low-stake

Si tratta di modalità di valutazione che non influiscono sul voto finale dello studente o su altri esiti – la “posta in gioco” è bassa (low stake) – e sono pertanto uno strumento efficace per supportare gli studenti e favorire il processo di apprendimento. Se da un lato servono a verificare le conoscenze dello studente, dall’ altro non ne precludono la possibilità di avanzare in caso di valutazioni insufficienti o poco soddisfacenti. Le valutazioni low-stake offrono agli insegnanti un’opportunità unica per intervenire a supporto dello studente.

Autovalutazione

Ai fini dell’autovalutazione, lo studente diventa giudice del suo stesso lavoro e individua gli aspetti su cui si deve concentrare per migliorare. Si tratta di un momento critico per l’ apprendimento auto-diretto e incoraggia gli studenti a riflettere.

Valutazione tra pari

La valutazione tra pari, anche conosciuta con il termine inglese peer review, rappresenta un’opportunità strutturata di critica costruttiva e feedback reciproco tra gli studenti. Risulta particolarmente efficace nell’aiutare gli studenti a gestire e migliorare il loro apprendimento attraverso lo scambio di idee.

Valutazione qualitativa

La valutazione qualitativa si basa su un’analisi di come lo studente costruisce le sue risposte e di come dimostra di aver compreso gli argomenti trattati. Le osservazioni possono essere soggettive. Un esempio di domande finalizzate ad esprimere una valutazione qualitativa sono le domande a risposta aperta.

Valutazione quantitativa

La valutazione quantitativa si concentra su numeri e quantità al fine di determinare la comprensione di determinati concetti da parte dello studente – la risposta è “giusta” o “sbagliata”. Esempi di domante finalizzate a una valutazione quantitativa sono:

  • 5+4 =9
  • Qual è la capitale della Bolivia? (Sucre)
Valutazione dell’apprendimento autentico

L’apprendimento autentico mette in relazione l’insegnamento con situazioni di vita reale, rendendo il contenuto del corso rilevante per gli studenti. In genere, viene richiesto agli studenti di mettere in pratica quanto imparato in situazioni reali, dimostrando così di aver fatto propri i contenuti del corso. Un esempio di attività volta alla valutazione dell’apprendimento autentico sono i progetti di laboratorio.

Rubriche valutative

Una rubrica valutativa consiste in una serie di linee guida per assegnare un punteggio o un voto a un esame o un progetto. Rubriche efficaci prevedono anche una sezione di feedback formativo volto a guidare l’apprendimento dello studente.

Assegnazione di un voto

L’assegnazione di un voto o di un punteggio sulla base di criteri prestabiliti è un aspetto che rientra nella valutazione. Oltre al voto o punteggio, è buona norma fornire un feedback formativo.

Pensiero di ordine superiore

In base alla Tassonomia di Bloom (Bloom’s Taxonomy, 1956) il pensiero di ordine superiore consiste nell’abilità di analizzare, valutare e creare, andando oltre la semplice memorizzazione dei fatti.

Valutazione incentrata sullo studente

Si tratta di un termine usato spesso e ancora in fase di definizione. Alcuni usi comuni del termine includono:

  • Valutazione degli studenti in base alle loro passioni e interessi. Esempio: permettere agli studenti di scegliere quale opera letteraria leggere e, successivamente, analizzare.
  • A volte, invece, nella “valutazione incentrata sullo studente” vengono fatte rientrare l'autovalutazione e la valutazione tra pari, due metodi che mettono l'apprendimento direttamente nelle mani degli studenti.
Allineamento del programma

Allineare il programma del corso, le istruzioni del corso e il sistema di valutazione è fondamentale per una valutazione equa e accurata. Quando gli educatori testano ciò che viene insegnato e insegnano ciò che verrà testato, allora si può parlare di equità e allineamento del programma didattico, un sistema che promuove la valutazione improntata all'integrità.

Risultati di apprendimento

I risultati di apprendimento coincidono con gli obiettivi prefissati di un corso. All'inizio di un corso, descrivono le conoscenze e le abilità che uno studente dovrebbe possedere e saper mettere in pratica una volta terminato il corso. Alla fine del corso, possono essere descritti come i frutti o risultati del percorso di apprendimento.

Valutazione su una curva

Quando gli insegnanti aggiustano i voti dei singoli studenti in base al rendimento dell’intera classe, stanno valutando su una curva. Con “curva” si intende una curva a campana, usata in statistica per illustrare la “distribuzione normale”: la maggior parte dei dati si trova al centro. Da un lato, valutare su una curva può aiutare a migliorare i voti ottenuti dagli studenti nel caso di un test rivelatosi particolarmente difficile per l’intera classe; dall’altro, però, limita il numero di studenti che eccellono e rischia di mettere gli studenti gli uni contro gli altri.

Analisi degli item

L’analisi degli item consiste nell’analizzare le risposte date dagli studenti al fine di valutare la qualità di un esame e delle domande poste. Fornisce feedback all’insegnante, aiutandolo a prendere scelte informate riguardo al metodo di insegnamento e a garantire la correttezza degli esami.

Valutazione end-to-end

La valutazione end-to-end prende in considerazione l’intero percorso di apprendimento dello studente, dalle valutazioni low-stake alle valutazioni formative e sommative.

Valutazione improntata all’integrità

La valutazione improntata all’integrità mira a garantire il corretto e accurato monitoraggio dell’apprendimento degli studenti. Ad esempio, gli esami sommativi, preceduti da valutazioni formative e low-stake frequenti, supportano il percorso di apprendimento dello studente. Anche gli esami in linea con i contenuti del corso riflettono un sistema di valutazione che mira all’integrità. Inoltre, eventuali pregiudizi consci o inconsci possono essere mitigati attraverso un esame ben progettato e un’analisi degli item. Infine, gli studenti che forniscono risposte formulate di testa propria, basandosi su ragionamenti e idee proprie, dimostrano di affrontare la prova con integrità.

Nel momento in cui ogni valutazione è pensata ed espressa ai fini dell’integrità accademica, non vi sono dubbi sul fatto che lo studente abbia portato a termine il lavoro o dimostrato di aver fatto propri i concetti necessari all'ottenimento del voto di laurea o del voto finale assegnatigli.

Da Draft Coach che aiuta gli studenti in fase di scrittura, alle funzioni di feedback e rilevamento di corrispondenze testuali di Feedback Studio, a valutazioni eque e veloci con Gradescope, fino alle funzioni di ExamSoft e ProctorExam utili per la valutazione sommativa: Turnitin mira a supportare l’intero percorso di apprendimento degli studenti. I nostri prodotti sono progettati per garantire le migliori pratiche di valutazione e permettere agli educatori di conciliare insegnamento e apprendimento. Speriamo che questo glossario vi aiuti nel vostro percorso.